Noi siamo il 99% voi l’1%

15 ottobre 2011 Indignati Reggio Emilia

15 ottobre 2011: Indignati a Reggio Emilia

Siamo studenti, lavoratori, precari, pensionati, disoccupati…

Ci siamo ritrovati a Reggio Emilia in piazza il 15 ottobre 2011, in una giornata che ha visto mobilitarsi milioni di persone in tutto il mondo.
Abbiamo colorato la piazza con i nostri Basta!, abbiamo coinvolto le persone che passavano e si fermavano, abbiamo cercato di creare partecipazione dal basso. Ne è nata un’assemblea – spontanea, libera e aperta, senza rete, senza palchi e microfoni, senza leader e giannizzeri – animata per quasi tre da persone differenti per età, cultura, provenienza ed esperienza che hanno voluto confrontarsi e iniziare a proporre.

Da allora ci siamo ritrovati ogni settimana in assemblee e sono nati gruppi di lavoro su crisi, partecipazione, costi della politica, precariato, scuole, solidarietà e mutuo appoggio.
In brevissimo è nato il coordinamento degli indignati di Reggio Emilia.

L’assemblea si tiene tutti i mercoledì dalle 20.00 c/o il Circolo Berneri, in Via Don Minzoni 1/d in centro a Reggio Emilia. Si cena assieme portando ognuno qualcosa e poi si discute, organizza… Partecipa anche tu!

This entry was posted in coordinamento indignati RE. Bookmark the permalink.

3 Responses to Noi siamo il 99% voi l’1%

  1. fappo says:

    Non aggiungo nulla all’ottima risposta di frOllo, a parte il fatto che il 99% non stanno a rivendicarlo oggi solo gli anarchici ma tutto il movimento Indignados/Occuopyqualcosa. Sono gli sfigati/sfruttati/precari/ultimi della storia, quelli che assieme stanno proponendo oggi un modo diverso, aperto e condiviso di partecipare e fare politica.

  2. frOllo says:

    Compagno says: Beh, per essere senza leader e senza giannizzieri, il luogo di ritrovo (sede della FEDERAZIONE ANARCHICA ITALIANA) mi sembra alquanto strano…

    I response: Beh, caro “compagno”, non è affatto strano che gli anarchici siano senza capi e caporali, quindi direi che gli “indignati” reggiani hanno scelto il luogo più adatto per ritrovarsi; anche nella prospettiva “utopica” di una società di “liberi nell’uguaglianza sociale” (vale a dire una società non “divisa” in classi e dove nessuno impone agli altri cosa è lecito o no fare, ma dove ognuno ha piena coscienza di quello che è tenuto a dare alla collettività e a ricevere per vivere dignitosamente e per avere, anche, tempo per il proprio divertimento e per i propri affetti), dagli anarchici, che da “sempre” propagandano l'”idea che è rivoluzionaria”, il movimento degli indignati ha tantissimo da imparare, invece che far riferimento a ricostruziioni di modelli democratici (cosiderata, ahinoi, dai più “tradita”, senza rendersi conto che invece quella che abbiamo è la “democrazia reale”), magari pure passando per vie “giustizialiste”, esaltando il potere giudiziario e le -cosiddette- forze dell’ordine, che -invece- sono i primi paladini a difesa del sistema attuale.

    Infine anche nell’ottica di modelli di società più etici, che rispettino la natura e gli animali, una società “devoluta” e meno “corrotta” dal consumismo (che è la “metastasti” del “cancro” chiamato capitalismo), e dove non ci sia, in nessuna parte del pianeta Terra, lo sfruttamento dell’essere umano sull’essere umano, gli indignati hanno trovato a Reggio E. il riferiemento migliore che potessero trovare tra gli anarchici.

    …Ma forse te, caso “compagno”, sei abituato a vedere nella cosiddetta “opposizione sociale” solo i circoli “comunisti”, dove comandano gli stalinisti e dove se esprimi pareri discordanti dai diktat dei capi se ti va bene vieni “solo” cacciato via e se ti va male pure pestato in gruppo.

    Piuttosto mi pare alquanto strano che gli anarchici, che cantavano con un certo “orgoglio”: “non sion l’1% ma credetemi esistono ….sono gli anrchici!”, ova vadano vantando di esser il 99%!
    Magari fosse così!
    😉

  3. Compagno says:

    Beh, per essere senza leader e senza giannizzieri, il luogo di ritrovo (sede della FEDERAZIONE ANARCHICA ITALIANA) mi sembra alquanto strano…

Comments are closed.